FIMMG CUNEO

CERTIFICATO TRASPORTO SALMA A CASSA APERTA: indicazioni dalla REGIONE e dall’ ORDINE dei medici

CERTIFICATO TRASPORTO SALMA A CASSA APERTA: indicazioni dalla REGIONE e dall’ ORDINE dei medici

Nello svolgimento dell’attività di medicina generale (sia AP che CA) con sempre maggior frequenza viene richiesto da parte delle imprese funebri la redazione del CERTIFICATO DI TRASPORTO SALMA A CASSA APERTA (nel periodo di osservazione). Non essendo tale certificato espressamente riportato tra gli obblighi previsti dagli accordi, la sezione FIMMG di Cuneo ha richiesto al Comitato Regionale parere in merito all’obbligatorietà di tale certificazione da parte del MMG. La Regione Piemonte evidenzia come, nella seduta del 17 gennaio 2019, il Comitato Regionale all’unanimità abbia precisato che tale certificato non rientra tra gli obblighi certificativi previsti dagli accordi e pertanto è rilasciabile a richiesta di parte e con oneri a carico del richiedente. Posizione analoga è stata assunta anche dall’ Ordine dei Medici di Cuneo che, interpellato sulla questione, ha definito il certificato di trasporto salma a cassa aperta una prestazione di natura libero professionale e quindi soggetta a compenso.

Riteniamo utile aggiungere che a prescindere da questo aspetto occorra anche ben valutare, durante l’attività di Continuità Assistenziale, la differibilità dell’eventuale richiesta, ricordando che il nostro servizio è rivolto alle richieste indifferibili, sempre e comunque prioritarie. Inoltre, è chiaro che il nulla osta al trasporto può essere certificato solo qualora in scienza e coscienza non sorga alcun dubbio che richieda invece l’intervento della medicina legale.

In allegato (E NEL LINK SOTTOSTANTE) è possibile trovare la risposta della Regione all’interpello avanzato da FIMMG CUNEO

TRASPORTO SALMA A CASSA APERTA

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

cerca il tuo articolo e premi invio