FIMMG CUNEO

Mozione finale del Consiglio Nazionale FIMMG del 7 dicembre 2019

Mozione finale del Consiglio Nazionale FIMMG del 7 dicembre 2019

Consiglio Nazionale FIMMG del 7 dicembre 2019

 

Il Consiglio Nazionale della FIMMG riunito a Roma in data 7 dicembre 2019 presso lo Sheraton Hotel, via del Pattinaggio 100, sentita la relazione del Segretario Generale Nazionale, Silvestro Scotti,

la approva.

Il Consiglio Nazionale,

 

esprime soddisfazione per la proposta inserita dal Ministero della Salute nel disegno di legge di bilancio di stanziamento di 236 milioni di euro, a valere sul fondo per l’edilizia sanitaria, per fornire ai Medici di Medicina Generale strumenti di tecnologia diagnostica per lo studio medico;

riconosce l’importante segnale determinato dal Ministero rispetto a un tema che FIMMG ha posto da tempo all’attenzione della politica;

auspica che la norma venga confermata dal voto finale della Legge e formulata in maniera da determinare la gestione diretta, rapida, efficiente e diffusa da parte dei MMG nel rispetto delle prerogative di liberi professionisti convenzionati.

 

Prende atto del procedere delle trattative per il rinnovo dell’Accordo Collettivo Nazionale a ritmi lenti, a causa della riproposizione da parte della SISAC di un articolato frammentato, privo di spunti legati all’evoluzione della Medicina Generale, permeato di ripetuti tentativi di inserire nuovi meccanismi di parasubordinazione, sempre respinti da FIMMG negli esiti della concertazione; riconosce tuttavia la sensibilità del Coordinatore della SISAC a rispondere alle aspettative che FIMMG esprime.

 

rifiuta un’impostazione contrattuale che determini che il sistema di risposta di prossimità, capillare sul territorio, possa essere compromesso da modelli di aggregazione strutturale che depauperino le aree a maggiore dispersione della presenza dei Medici di Medicina Generale e del suo personale di studio.

 

In relazione all’ipotesi di ACN firmato il 5 settembre 2019, esprime preoccupazione per il ritardo delle procedure di ratifica da parte del MEF e del Comitato di Settore per l’entrata in vigore; ritardo che ci pone ancora oggi come l’unica categoria professionale del pubblico impiego i cui emolumenti sono fermi all’anno 2010 e che condiziona il proseguimento delle trattative in atto mettendo a rischio la firma dell’Accordo Collettivo Nazionale ora in discussione.

 

Per questo motivo, il Consiglio Nazionale

 

chiede

al Segretario Generale Nazionale di mantenere lo stato di agitazione in atto, e lo delega alla gestione delle azioni conseguenti in base all’evoluzione della situazione politico-sindacale.

 

Il Consiglio Nazionale

 

esprime soddisfazione per il successo della campagna “Adesso Basta”, che ha sensibilizzato cittadini, medici e politici in tutta Italia sulla necessità di preservare una Medicina Generale capillare e tecnologica dalle città alle aree più periferiche. Auspica che la campagna prosegua come supporto alle Assemblee Provinciali per la diffusione del progetto Studio Medico 3.0 e del FIMMGREEN Project.

 

Il Consiglio Nazionale

 

esprime apprezzamento per gli aggiornamenti presentati in tema di tutela assicurativa per gli iscritti e ringrazia Assi.Pre per il lavoro svolto.

Ringrazia Nicola Calabrese e lo staff di Netmedicaitalia per la realizzazione del nuovo sito, della nuova APP e del nuovo Customer Relationship Management che rappresenteranno una rinnovata modalità di interazione all’interno di FIMMG e una più semplice gestione da parte delle Sezioni.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

cerca il tuo articolo e premi invio